Personale

Prof. Silvestris

icone-medico

Prof. Franco Silvestris

  • Professore ordinario di Oncologia medica

Il Prof. Franco Silvestris è nato a Molfetta (BA) nel 1949. Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1974 e le specializzazioni in Ematologia Clinica ed in Oncologia presso l’Università degli Studi di Bari. Dal 1982 ha trascorso un periodo di 4 anni negli USA presso il Department of Rheumatology and Clinical Immunology, University of New Mexico, Albuquerque, come Research Associate Professor of Medicine. Nel 1992 è risultato vincitore di concorso per Professore Associato di Semeiotica e Metodologia Medica presso l’Università di Bari.

Dal 1994 ha completato un ulteriore periodo di studio di due anni negli USA presso la University of Florida, Gainesville, dove ha conseguito un premio di studio della Lupus Foundation of America.

Dal 1999 è Professore Ordinario di Medicina Interna presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari e dal 2010 Ordinario di Oncologia Medica presso la stessa Università.

Dal 1999 ha ricoperto la carica di Direttore della Clinica Medica ‘M. Bufano’ ad indirizzo Oncologico dell’Università di Bari, configurata nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria ‘Policlinico’ e comprendente una Divisione clinicizzata per degenza ordinaria, Day Hospital ed attività poli-ambulatoriale di tipo diagnostico-terapeutico nell’ambito della patologia oncologica. E’ Direttore della Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica dal 2004 ed è titolare di molteplici insegnamenti nelle Scuole di Specializzazione in Oncologia Medica, Medicina Interna, Cardiologia, Nefrologia, Geriatria, Biochimica Clinica ed Otorinolaringoiatria dell’Università di Bari. Dal 2006 al 2009 ha fatto parte del Collegio del corso di Dottorato in ‘Diagnostica Bio-Molecolare in Medicina Interna e Oncologia’ per i cicli XXII, XXIII, XXIV, XXV; dal 2010 al 2012 ha fatto parte del Collegio per la scuola di Dottorato in ‘Scienze Biomediche ad indirizzo di Diagnostica Bio-Molecolare in Medicina Interna e Oncologia’ per i cicli XXVI, XXVII, XXVIII ed infine dal 2013 ad oggi fa parte del Collegio del Corso di Dottorato in ‘Scienze Biomolecolari Farmaceutiche e Mediche’ per i cicli XXIX, XXX, XXXI e XXXII.

Il Prof. Silvestris ha maturato una formazione primaria di ricercatore di base e clinico negli anni del percorso post-laurea e successivamente durante i vari periodi all’estero. Infatti, dopo il rientro in Italia ha implementato un gruppo di ricerca di base ed applicata alle patologie internistiche ed oncologiche studiate presso il Dipartimento universitario sede della propria afferenza accademica. In questa sede dirige il ‘Laboratorio di Medicina Molecolare’ in cui vengono condotti studi riguardanti i meccanismi patogenetici di cancerogenesi correlati ad alterazioni del sistema immune, utilizzando modelli sperimentali specifici per le tematiche di studio.

I suoi principali interessi di studio riguardano gli aspetti molecolari della patogenesi dell’autoimmunità ed i meccanismi di base della progressione di alcuni tumori, tra cui il mieloma multiplo, il melanoma, i tumori neuroendocrini e l’osteoclastogenesi maligna. Altri studi riguardano le immunodeficienze ed i meccanismi alla base delle metastasi ossee indotte da tumori osteotropi. Infine, ulteriori ricerche riguardano lo sviluppo di citoterapie anti-tumorali utilizzando cellule staminali mesenchimali in modelli animali di tumori che metastatizzano all’osso.

Il Prof. Silvestris è stato più volte responsabile o coordinatore di unità operative in progetti di ricerca di interesse nazionale (PRIN), così come in progetti europei e di privati tra cui l’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro).
E’ socio di varie società scientifiche tra cui SIMI (Società Italiana di Medicina Interna) di cui è stato Presidente della Sezione di Puglia e Basilicata, AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), AAI (American Association of Immunologists), Henry Kunkel Society (New York, USA), SIOMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi e Malattie Muscolo-Scheletriche) e ISO (Società Italiana di Osteo-oncologia). Ha partecipato con interventi e relazioni a numerosi congressi nazionali ed esteri.

E’ autore di oltre 250 lavori pubblicati su riviste nazionali ed estere ad elevato fattore di impatto. Il suo H-index degli ultimi quindici anni è pari a 22, mentre l’H-index di tutta la sua carriera è pari a 28, calcolati mediante piattaforma Scopus. E’ revisore di numerose riviste internazionali tra cui Blood, Haematologica, Cancer Research, PlosOne, Stem Cells and Development, British Journal of Haematology, Clinical Cancer Research, Stem Cells International.

Negli ultimi 10 anni ha ottenuto i seguenti finanziamenti per la ricerca:

  • AIRC Investigator Grant 2015-2017 (IG 17536) – Principal Investigator: Multiple myeloma: TRAIL-enriched exosomes from genetically modified UC-MSC. A novel cell-free therapeutic approach.
  • ARPA-Regione Puglia: Centro Salute e Ambiente e Progetto Jonico Salentino 2015-2016Responsabile di unità di ricerca.
  • Progetto Regione Puglia 2014-2019 – Responsabile di Progetto: Il Team Oncogenomico: modello operativo per il miglioramento dell’assistenza sanitaria in oncologia.
  • Contratto di Ricerca Novartis 2012-2013 – Principal Investigator: Evaluating the anti-osteoclast activity of RAD001 (Everolimus) in an experimental model of breast cancer.
  • Fondi Ricerca di Ateneo Ex 60% 2012 – Coordinatore: Il microambiente nella leucemia linfatica cronica e nel mieloma multiplo: alla ricerca di markers di progressione tumorale.
  • AIRC Investigator Grant 2011-2013 (IG11647) – Principal Investigator: Engineering umbilical cord mesenchymal stem cells with TRAIL to selectively kill myeloma cells.
  • Fondi Ricerca di Ateneo (Ex 60%) 2010 – Coordinatore: Ruolo di inibitori del segnale di alfavbeta3 sull’osteoclatogenesi nella malattia mielomatosa ossea.
  • Fondi Ricerca di Ateneo (Ex 60%) 2009 – Coordinatore: Inibizione dell’osteoclastogenesi nel mieloma multiplo mediante disattivazione dei fattori trascrizionali rank, erk1/2 e cfms: studio preclinico.
  • PRIN 2009 prot. 2009WZHMWJ – Coordinatore Scientifico e responsabile di Unità di Ricerca (2010-2012): Il microambiente nella leucemia linfatica cronica e nel mieloma multiplo: alla ricerca di markers di progressione tumorale.
  • Fondi Ricerca di Ateneo (Ex 60%) 2008 – Coordinatore: Analisi dell’espressione genica dei regolatori trascrizionali Runx-2 e Osterix nel difetto di osteogenesi associato al mieloma multiplo: potenziali approcci terapeutici.
  • AIRC Investigator Grant 2007-2009 (IG4098) – Principal Investigator: Engineering mesenchymal stem cells for gene therapy in myeloma bone disease.
  • PRIN 2005, prot. 2005068971_005 – Responsabile di unità di ricerca: Analisi dei meccanismi trascrizionali di osteoclastogenesi nella progressione tumorale del mieloma multiplo.

Prof. De Pergola

icone-medico

Prof. Giovanni De Pergola

  • Professore Associato di Medicina Interna

  • Professore Associato, settore MED/09, Medicina Interna, impiego a tempo pieno, 14 anni di anzianità, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Afferisce al Dipartimento di Scienze Mediche e Oncologia Umana
  • Responsabile dell’”Ambulatorio di Nutrizione Clinica” della UOC di Oncologia Clinica del Policlinico di Bari
  • E’ il sostituto del Direttore della UOC di Oncologia Medica del Policlinico di Bari
Dal 1985 al 1988
Dottorando di Ricerca in Endocrinologia, MED/13
Dal 1990 al 2001
Funzionario tecnico, settore MED/13, Endocrinologia, impiego a tempo pieno, 11 anni di anzianità, Università degli Studi di Bari
Dal 2001 al 2002
Ricercatore, settore MED/09, Medicina Interna, impiego a tempo pieno, 1 anno di anzianità, Università degli Studi di Bari
Dal 2002 al 2013
Professore Associato, settore MED/09, Medicina Interna, impiego a tempo pieno, 12 anni di anzianità, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”
Dal 2008 allo stesso anno
E’ stato eletto Presidente del Consiglio di Classe dei Corsi di Laurea nelle Professioni Sanitarie dell’Area Tecnico-Assistenziale (SNT03) per il Triennio accademico 2008/2011, ma ha rinunciato al ruolo.
Dal 2008 al 2014
E’ stato eletto ed è stato Coordinatore del corso di laurea triennale di Dietistica
Dal 2015 ad oggi
E’ stato eletto Presidente del Consiglio dei corsi di classe nelle professioni sanitarie dell’Area tecnico-assistenziale SNT/03
• 1981 Laurea con il massimo dei voti (110/110) in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari
• 1986 Fellowship di 6 mesi presso il “Laboratoire des regulations des metabolismes et nutrition”, Institut de Physiologie, INSERM U317”, Universitè Paul Sabatier di Tolosa, Francia
• 1988 Specializzazione in Endocrinoogia, MED/13, con il massimo dei voti e lode
• 1988 Dottore di Ricerca in Endocrinoogia, MED/13
• Dal 1988 al 1989 Fellowship di 12 mesi presso il “Department of Medicine 1”, Università di Goteborg, Svezia, dove esercita attività di ricerca e medica.
• 1990 “Invited Researcher” per 2 mesi presso il “Department of Medicine 1”, Università di Goteborg, Svezia.
• Dal 1991 al 1992 Fellowship di 4 mesi presso il “Department of Physiology”, Università di Goteborg, Svezia, dove esercita attività di ricerca
• 1994 Fellowship di 1 mese presso il “Laboratory of Nutrition, Cancer Reseatch Institute – Department of Medicine – Harvard Medical School”, Università di Boston, Stati Uniti, dove esercita attività medica.

• Dal 1984 E’ stato docente di diverse materie metaboliche ed endocrinologiche nella Scuola di Specializzazione di Endocrinologia della Università di Bari
• Dal 2000 E’ docente di “Nutrizione Clinica” nel Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia (2° Livello) della Università di Bari
• Dall’AA 2002/2003 E’ docente di Medicina Interna (Nutrizione Clinica) nella Scuola di Specializzazione in Endocrinologia della Università di Bari
• Dall’AA 2002/2003 E’ docente di Medicina Interna (Nutrizione Clinica) nella Scuola di Specializzazione in Medicina Interna della Università di Bari
• Dall’AA 2006/2007 E’ docente di Aspetti Endocrinologici dell’Apparato Respiratorio” nella Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio della Università di Bari
• Dall’AA 2007/2008 E’ docente di Medicina Interna (Nutrizione Clinica) nella Scuola di Specializzazione in Geriatria della Università di Bari
• Dall’AA 2010/2011 E’ docente di Medicina Interna (Nutrizione Clinica) delle Scuole di Specializzazione di Oncologia Medica e di Medicina d’Emergenza-Urgenza della Università di Bari

• Dall’AA 2009/2010 E’ componente del Comitato Ordinatore della Scuola di Specializzazione di Medicina Interna (MED/09)
• Dall’AA 2013-2014 E’ docente presso la Scuola si Specializzazione in “Ispezione degli alimenti di origine animale”
• Dal 1999 E’ docente di Medicina Interna (Nutrizione Clinica) delle Scuole di Specializzazione di Oncologia Medica e di Medicina d’Emergenza-Urgenza della Università di Bari

• Dall’AA 2005/2006 E’ docente di “Scienze Tecniche Dietetiche Applicate” per diversi corsi integrati del Corso di Laurea di Dietistica, della Università di Bari
• Dall’AA 2006/2007 E’ docente di “Scienze Tecniche Dietetiche Applicate” al 3° anno del Corso di Laurea di 1° livello in “Tecniche della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro”, della Università di Bari

• Dall’AA 2013/2014 E’ docente di “Scienze dell’Alimentazione” per il CdL di Igiene Dentale

• Dall’AA 2014/2015  E’ docente di “Oncologia” per il CdL di Fisioterapia

• Dall’AA 2005/2006
all’AA 2009/2010 E’ stato docente di “Metodologia applicata alle tecniche delle professioni (tecniche dietetiche)” nel 1° anno del Corso di Laurea Specialistica in Scienze Tecniche Organizzative Assistenziali, Classe 3/S, della Università di Bari
• Dall’AA 2005/2006
all’AA 2009/2010 E’ stato docente di “Approfondimenti in metodologia applicata alle tecniche delle professioni (tecniche dietetiche)” nel 2° anno del Corso di Laurea Specialistica in Scienze Tecniche Organizzative Assistenziali, Classe 3/S, della Università di Bari
• Dall’AA 2005/2006
all’AA 2009/2010 E’ stato docente di “Metodologie della ricerca e valutazione della qualità applicata alle tecniche delle professioni (tecniche dietetiche)” nel 2° anno del Corso di Laurea Specialistica in Scienze Tecniche Organizzative Assistenziali, Classe 3/S, della Università di Bari

• Numero: 468, di cui:
a) 127 Articoli in extenso pubblicati su riviste internazionali con referee ed impact factor, tra cui 39 a primo nome e 16 ad ultimo nome (quale referente dell’articolo). Tali articoli si distinguono in: 125 articoli originali
1 Review in extenso relativa a Congresso Internazionale
1 Review in extenso su invito pubblicate su rivista internazionale con impact factor
L’impact Factor (IF) totale di tali articoli (JCR Citation Report 2014) è 452,48
b) 15 articoli originali per extenso pubblicati su riviste internazionali con referee e senza IF
c) 9 Relazioni congressuali pubblicate da editori internazionali
d) 20 Capitoli in libri siti internet scientifici italiani e) 5 contributi a linee guida e raccomandazioni pubblicati da gruppi scientifici accreditati
f) 36 articoli per extenso pubblicati in riviste nazionali
g) 38 relazioni e comunicazioni congressuali pubblicate in extenso da editori nazionali
h) 92 abstract relativi a congressi internazionali
i) 122 abstract relativi a congressi nazionali l) 2 capitoli realizzati con il contributo o per aziende farmaceutiche
E’ responsabile anche di 2 articoli in riviste di tipo divulgativo e di 3 opuscoli di tipo divulgativo
Numero: 5, di cui: 1) Perdere peso, come orientarsi: criteri di valutazione dei programmi per il management del peso corporeo, a cura della TFOI (Task Force Obesità Italiana, composta da alcuni esperti nazionali tra cui De Pergola G), Pendragon Editore (Bologna), 273 pag, 1998 2) LIGIO 99 (Linee Guida Italiane della Obesità), a cura della TFOI (Task Force Obesità Italiana, composta da alcuni esperti nazionali tra cui De Pergola G), Pendragon Editore (Bologna), 198 pagine, 1999 3) Obesità, sindrome plurimetabolica e rischio cardiovascolare: Consensus sull’ inquadramento diagnostico-terapeutico. Raccomandazioni per la prevenzione, la diagnosi e la terapia dell’eccesso di peso e delle patologie ad esso associate, a cura di un Expert Panel (76 esperti nazionali tra cui De Pergola G): Pubblicazione effettuata con il patrocinio del Ministero della Salute, 2004 4) Best Practice: Obesità, a cura di un Expert Panel dell’Istituto Italiano di Ricerche Cliniche ed Epidemiologiche (sito:www.istitutoricerche.it), 2008
5) Linee Guida per l’attività fisica finalizzata alla prevenzione ed al trattamento del sovrappeso e della obesità in età adulta della Sezione Puglia della SIO (Società Italiana Obesità): 11 autori tra cui De Pergola G, Cacucci Editore (Bari), 2013

• Acta Endocrinologia
• American Journal of Cardiovascular Drugs
• American Journal of Kideney Disease
• Annals of Nutrition and Metabolism
• Atherosclerosis
• Blood, Coagulation & Fibrinolysis
• BMC Cardiovascular Disorders • BMC Endocrine Disorders • BMC Pulmonary Medicine
• Chronobiology International • Circulation
• Clinical Chemistry & Laboratory Medicine • Clinical Endocrinology
• Clinical and Experimental Medicine • Clinical Lipidology
• Diabetes Care
• Diabetic Medicine • Diabetes/Metabolism Research and Reviews
• Diabetes, Nutrition & Metabolism
• Diabetes, Obesity and Metabolism
• Diabetologia
• Endocrine
• European Journal of Clinical Investigation
• European Journal of Clinical Nutrition
• European Journal of Endocrinology • Experimental Biology and Medicine
• Expert Review of Cardiovascular Therapy
• Growth Hormone & IGF Research
• Heart • Heart and Vessels
• Hormone Metabolic Research
• International Journal of Cardiology
• International Journal of Obesity
• JAMA
• JNHA (The Journal of Nutrition, Health and Aging)
• Journal of Cardiovascular Pharmacology
• The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism
• Journal of Endocrinological Investigation
• Journal of Thrombosis and Haemostasis
• Maturitas
• Mediators of Inflammation
• Mediterranean Journal of Nutrition and Metabolism • Metabolic Syndrome and Related Disorders • Metabolism Clinical and Experimental
• Nutrition & Metabolism
• Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases
• Nutrition Journal
• Obesity Research
• Pathophysiology of Haemostasis and Thrombosis
• Plos One
• Postgraduate Medical Journal
• QJM
• Respiratory Medicine • Saudi Medical Journal
• Scandinavian Journal of Clinical and Laboratory Investigation
• Thrombosis and Haemostasis

Suona la batteria in un gruppo musicale a livello semiprofessionistico

Dal 2003 è referee del Ministero della Salute per la valutazione degli eventi formativi ECM in ambito metabolico ed endocrinologico

COMPONENTE DEL BOARD SCIENTIFICO DI RIVISTE SCIENTIFICHE INTERNAZIONALI

Dal 2001 al 2003 • Diabetes, Nutrition & Metabolism
Dal 2008 • Mediterranean Journal of Nutrition and Metabolism (Springer)
Dal 2016 • Endocrine, Metabolic & Immune Disorders – Drug Targets

COMPONENTE DEL COMITATO EDITORIALE DI RIVISTE SCIENTIFICHE NAZIONALI

Dal 1998 sino al 2000 • Giornale Italiano di Nutrizione Clinica e Metabolismo Dal 2004 al 2014 • Il Diabete
Dal 2015 • Componente dell’Editorial Board dell’AME (Associazione Medici Endocrinologi)

COMPONENTE DEL COMITATO SCIENTIFICO DI RIVISTE SCIENTIFICHE NAZIONALI

Dal 2008 • Italian Journal of Primary Care (IJPC)

COMPONENTE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DI SOCIETA’ SCIENTIFICHE NAZIONALI

1996-2000 • Eletto nel Consiglio Direttivo della S.I.S.O. (Società Italiana per lo Studio della Obesità).
2000-2004 • Eletto nel Consiglio Direttivo della S.I.D. (Società Italiana di Diabetologia)
2004-2008 • Eletto nel Consiglio Direttivo della S.I.O. (Società Italiana dell’Obesità)

SEGRETARIO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DI SOCIETA’ SCIENTIFICHE NAZIONALI 

1998-2000 • Segretario del Consiglio Direttivo della S.I.D. (Società Italiana di Diabetologia)
2006-2008 • Segretario del Consiglio Direttivo della S.I.O. (Società Italiana dell’Obesità)

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DI SEZIONI REGIONALI DI SOCIETA’ SCIENTIFICHE NAZIONALI. 

2009-2010 • Presidente della sezione pugliese della S.I.D. (Società Italiana di Diabetologia)
2012-2015 • Presidente della sezione pugliese della S.I.O. (Società Italiana Obesità)
Dal 2016 • Rieletto Presidente della sezione pugliese della S.I.O. (Società Italiana Obesità)

SEGRETARIO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DI SEZIONI REGIONALI DI SOCIETA’ SCIENTIFICHE NAZIONALI. 

1992 • Segretario-Tesoriere della sezione pugliese della A.M.D. (Associazione Medici Diabetologi)

COMPONENTE DI COMITATI DI SOCIETA’ SCIENTIFICHE NAZIONALI. 

1996 • Comitato Scientifico della S.I.S.O. (Società Italiana per lo Studio della Obesità)
1997 • Comitato Scientifico della S.I.D. (Società Italiana di Diabetologia) 2010 • Comitato Socio-Sanitario della S.I.D. (Società Italiana di Diabetologia)

Prof. Tucci

icone-medico

Prof. Marco Tucci

  • Docente di Oncologia Medica
  • Ricercatore confermato

Il Dott. Marco Tucci è nato a Bari nel 1968. Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1993 e la specializzazione in Oncologia nel 1998 presso l’Università degli Studi di Bari. Ha frequentato come studente interno l’Istituto di Anatomia Patologica diretto dal Prof. L. Pollice e successivamente come medico interno e specializzando la Sezione di Medicina Interna e Oncologia Clinica diretta dal Prof. F. Dammacco. In tale periodo ha partecipato quotidiamente all’attività clinica di reparto ed ambulatoriale, ha contribuito all’organizzazione di attività seminariali di interesse clinico e coordinato le esercitazioni teorico-pratiche per gli studenti della Facoltà di Medicina afferenti all’insegnamento di Semeiotica e Metodologia Clinica.
Dalla stessa epoca è stato impegnato nell’attività di ricerca presso il Laboratorio di Oncologia Molecolare del Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana (DIMO) diretto dal Prof. F. Silvestris, affinando le proprie conoscenze in numerosi settori dell’immunologia e dell’oncologia con particolare riguardo alla definizione dei meccanismi patogenetici della diseritropoiesi in malattie linfoproliferative ed emopatie maligne quali il mieloma multiplo. Dal 1999 ha frequentato il Corso di Dottorato di Ricerca in ‘Immunogia Clinica’ presso l’Università di Bari discutendo nel 2001 presso l’Università degli Studi dell’Aquila, con relatore il Prof. G. Tonietti, la tesi di Dottorato ‘Apoptosi ed autoimmunità: anomalie regolatorie del sistema trasduzionale Fas/Fas-L. Dal 2001 ha trascorso un periodo di studio di due anni negli USA presso il Department of Medicine and Clinical Immunology, Division of Rheumatology, University of Florida, Gainesville, in qualità di ‘Research Fellow Associate’. Durante questo periodo ha svolto attività di ricerca nel settore dell’immunologia clinica ed immunologia dei tumori conducendo ricerche in modelli sperimentali umani e murini. Nel 2003 è risultato vincitore di un Assegno di Ricerca presso l’Università degli Studi di Bari dal titolo ‘Meccanismi di progressione tumorale nel mieloma multiplo: ruolo dell’alterata apoptosi plasmacellulare’ coordinato dal Prof. F. Silvestris. Tale periodo di studio è stato svolto presso il laboratorio di Oncologia Molecolare del DIMO e finalizzato allo studio dei meccanismi patogenetici dell’osteoclastogenesi maligna. Dal 2004 è Ricercatore presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’ presso cui svolge attività di ricerca nel settore dell’oncologia ed immunooncologia. I prevalenti filoni di ricerca comprendono studi di biologia di base finalizzati ad identificare gli eventi molecolari dell’osteoclastogenesi maligna nel mieloma multiplo e nelle neoplasie a maggiore tropismo scheletrico. Tali studi hanno riconosciuto l’attivazione di integrine e molecole di adesione quale meccanismo prevalente dell’osteotropismo delle plasmacellule mielomatose. Le ricerche nel settore dell’immuno-oncologia applicata al mieloma ed al melanoma hanno contribuito a riconoscere il ruolo funzionale delle cellule dendritiche nell’immunità antitumore.
La attività didattica svolta presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’ comprende la titolarità dell’insegnamento di ‘Oncologia Clinica’ per gli studenti della Tabella XVIII, Nod-Bis e Nod-Ter oltre che degli insegnamenti di ‘Medicina Interna’ presso il Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Riperfusione dell’Università degli Studi di Bari e di Oncologia Medica presso il corso di Laurea Triennale in Scienze Infermieristiche e Comunità dell’Azienda Ospedaliera ‘Vito Fazzi’ di Lecce. E’ responsabile dell’insegnamento di Oncologia Medica nell’ambito delle Scuola di Specializzazione in ‘Oncologia Medica’ e ‘Ginecologia ed Ostetricia’ della Facoltà di Medicina e Chirurgia oltre all’insegnamento di Patologia Clinica del ‘Dottorato di Ricerca in Diagnostica Biomolecolare in Medicina Interna ed Oncologia’. Ha contribuito nel corso di questi anni alla preparazione delle tesi di laurea e Specializzazione per numerosi studenti del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e del Corso di Specializzazione in Oncologia Medica.
Il Dott. Tucci è socio dell’AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica), della Società Italiana di Immunologia ed Allergologia Clinica, dell’Intergruppo Melanoma Italiano e del NIBIT oltre che della Società Italiana di Osteoncologia. Ha partecipato attivamente a numerosi congressi nazionali ed internazionali in cui ha presentato risultati personali ed è autore di lavori scientifici pubblicati su riviste nazionali ed estere ad alto fattore di impatto. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca finanziati dall’AIRC (2009 e 2011), FIRB (1996) e PRIN (1994, 1997, 20012002, 2005 e 2009) oltre che a Progetti finanziati dall’Università degli Studi ‘Aldo Moro’. Per ciò che concerne il ruolo assistenziale connesso al profilo istituzionale accademico, dal 2004 al 2010 ha svolto la propria attività in qualità di Referente di reparto presso l’Unità Operativa Complessa (UOC) di Medicina Interna Universitaria ad indirizzo oncologico ‘M.Bufano’ della stessa Università mentre dal 2011 al presente svolge analoghe funzioni presso l’UOC di Oncologia Medica Universitaria che dispone di reparti di degenza ordinaria e di DayHospital, nonché di ambulatori dedicati a pazienti oncologici. Nell’ambito dell’attività assistenziale, l’U.O. è coinvolta in trials clinici multicentrici con farmaci a bersaglio molecolare per il trattamento di malattie neoplastiche.

Prof. Palmirotta

icone-medico

Prof. Raffaele Palmirotta

  • Medico Genetista

Laureato in Medicina e Chirurgia (1991), specialista in “Patologia Clinica” (1996), Dottore di Ricerca in “Tecniche di diagnostica molecolare delle neoplasie ereditarie e terapia genica” (2001), specialista in “Genetica Medica” (2006), master di II livello in “Genetica Forense” (2012) e master di II livello in “Citogenetica” (2015).
Dal 1991 al 2001 ha frequentato il Dipartimento di Oncologia e Neuroscienze, Università “G. D’Annunzio”, Chieti. Dal 2001 al 2005 Dirigente Medico presso la S.C. di Patologia Clinica, Istituto Regina Elena per lo Studio e la Cura dei Tumori di Roma, è stato referente del Settore di Diagnostica Molecolare per lo studio della genetica molecolare dei tumori ereditari colorettali e mammari.
Dal 2005 al 2013 Dirigente Responsabile del Laboratorio di Diagnostica Molecolare del Dipartimento di Medicina di Laboratorio e Biotecnologie Avanzate, IRCCS San Raffaele Pisana, Roma. Dal 2014 al 2015 Professore Straordinario at.d. M-STO/05 presso l’ Università Telematica San Raffaele Roma. Attualmente collaboratore a progetto presso il Centro di Ricerche Onco-Genomiche, Unità Operativa Oncologia Medica Universitaria, Università Degli Studi Di Bari “Aldo Moro”.
Docente dal 1996 al 1998 di “Citologia diagnostica molecolare” e “Analisi molecolare di malattie metaboliche ereditarie” presso la Scuola D.U. Tecnici di Laboratorio, Università “Gabriele D’Annunzio”, Chieti. Docente dal 1999 al 2001 di “Patologia Molecolare” presso la Scuola di Specializzazione in Patologia Clinica, Università “Gabriele D’Annunzio”, Chieti. Docente dal 2001 al 2005 di “Ereditarietà e cancro” presso la Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica, Università “Tor Vergata”, Roma. Docente dal 2005 al 2007 di “Genetica MedicaScuola per Logopedisti Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2005 al 2009 di “Genetica delle malattie cerebrovascolariMaster di II livello in Malattie Cerebrovascolari Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2007 al 2008 di “Genetica Medica” e “BiochimicaCorso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2008-2009 di “Biologia molecolare, biologia applicata e genetica medica” Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico, Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2009 al 2010 di “Citogenetica” Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica, Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2010 al 2011 di “Genetica Medica” e “Storia della Medicina” Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico, Università “La Sapienza”, Roma. Docente dal 2010 al 2012 di “Genetica Medica” e “Biochimica” Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche, Università “La Sapienza”, Roma.
Il Dr. Palmirotta è coautore di oltre 120 Lavori in extenso pubblicati su Riviste Internazionali indicizzate con un Impact Factor totale di oltre 400 ed HI 21, 10 Capitoli di libri e oltre 150 comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali.
Pubblicazioni degli ultimi 5 anni:Concurrent mutation in exons 1 and 2 of the K-ras oncogene in colorectal cancer.
Palmirotta R, Savonarola A, Ludovici G, Marchis ML, Covello R, Ettorre GM, Ialongo C, Guadagni F.
Folia Histochem Cytobiol. 2011;49(4):729-33.Predictive value of VEGF gene polymorphisms for metastatic colorectal cancer patients receiving first-line treatment
including fluorouracil, irinotecan, and bevacizumab
Formica V, Palmirotta R, Del Monte G, Savonarola A, Ludovici G, De Marchis ML, Grenga I, Schirru M, Guadagni F, Roselli M.
Int J Colorectal Dis. 2011 Feb;26(2):143-51.Reply: Importance of haplotype analysis in association studies considering VEGF promoter polymorphisms.
Palmirotta R, Ferroni P, Basili S, Guadagni F.
Clin Biochem. 2011;44(8-9):748.Preanalytical Procedures for DNA Studies: The Experience of the Interinstitutional Multidisciplinary BioBank(BioBIM)
Raffaele Palmirotta, Giorgia Ludovici, Maria Laura De Marchis, Annalisa Savonarola, Barbara Leone, Antonella Spila,Francesco De Angelis, David Della Morte, Patrizia Ferroni, Fiorella Guadagni
Biopreservation and Biobanking. April 2011, 9(1): 35-45.RFID as a new ICT tool to monitor specimen life cycle and quality control in a biobank.
Nanni U, Spila A, Riondino S, Valente MG, Somma P, Iacoboni M, Alessandroni J, Papa V, Della-Morte D, Palmirotta R, Ferroni P, Roselli M, Guadagni F.
Int J Biol Markers. 2011 Apr-Jun;26(2):129-35.PRKCSH GAG trinucleotide repeat is a mutational target in gastric carcinomas with high-level microsatelliteinstability
Palmirotta R, Guadagni F, Savonarola A, Ludovici G, De Marchis M, Palli D, Falchetti M, Ottini L.
Clin Genet. 2011 Apr;79(4):397-8.Platinum-Based Compounds and Risk for Cardiovascular Toxicity in the Elderly: Role of the Antioxidants in Chemoprevention
Ferroni P, Della-Morte D, Palmirotta R, McClendon M, Testa G, Abete P, Rengo F, Rundek T, Guadagni F, Roselli M.
Rejuvenation Res. 2011 Jun;14(3):293-308.PAI-1 4G/5G repeat is a target in gastric carcinomas with microsatellite instability
Palmirotta R, Guadagni F, Savonarola A, Ludovici G, Nesi G, Palli D, Falchetti M, Ottini L.
Dig Liver Dis. 2011 Jun;43(6):454-8.VEGF gene polymorphisms may be associated with an increased risk of fluorouracil-induced diarrhea
V. Formica, L. Martano , R. Palmirotta, P. Ferroni , G. Del Monte , F. Guadagni, M. Roselli
Ann Oncol. 2011 Aug;22(8):1928-9.Factor seven activating protease activity levels in women with recurrent pregnancy loss.
Riondino S, Ferroni P, Farina FL, Martini F, Palmirotta R, Guadagni F, Basili S.
Reprod Sci. 2012 Mar;19(3):317-21.Genetics of ischemic stroke, stroke-related risk factors, stroke precursors and treatments.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Testa G, Caso V, Paciaroni M, Abete P, Rengo F, Ferroni P, Sacco RL, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2012 Apr;13(5):595-613.Gender and cervical artery dissection.
Metso AJ, Metso TM, Debette S, Dallongeville J, Lyrer PA, Pezzini A, Lichy C, Kloss M, Brandt T, Touzé E, Southerland AM, Worrall BB, Abboud S, del Zotto E, Leys D, Engelter S, Grond-Ginsbach C, Tatlisumak T; CADISP Group (R. Palmirotta member).
Eur J Neurol. 2012 Apr;19(4):594-602.Migraine in cervical artery dissection and ischemic stroke patients.
Metso TM, Tatlisumak T, Debette S, Dallongeville J, Engelter ST, Lyrer PA, Thijs V, Bersano A, Abboud S, Leys D, Grond-Ginsbach C, Kloss M, Touzé E, Pezzini A, Metso AJ; CADISP group (R. Palmirotta member).
Neurology. 2012 Apr 17;78(16):1221-8.An AT-rich region in the adenomatous polyposis coli (APC) gene may cause misinterpretation of Familial Adenomatous Polyposis molecular screening
Raffaele Palmirotta, Maria Laura, De Marchis, Giorgia Ludovici, Barbara Leone, Maria Giovanna Valente, Jhessica Alessandroni, Antonella Spila, David Della-Morte and Fiorella Guadagni
Hum Mutat. 2012 May;33(5):895-8.A comprehensive procedural approach to genotyping KRAS and BRAF from paraffin embedded tissues for diagnostic purposes.
Palmirotta R, Ludovici G, De Marchis ML, Leone B, Formica V, Ettorre GM, Cavaliere F, Della-Morte D, Ferroni P, Roselli M, Guadagni F.
In Vivo. 2012 Jul;26(4):537-47.Angiogenesis and Hypertension: The Dual Role of Anti-Hypertensive and Anti-Angiogenic Therapies.
Ferroni P, Della-Morte D, Palmirotta R, Rundek T, Guadagni F, Roselli M.
Curr Vasc Pharmacol. 2012 Jul;10(4):479-93.

Brachyury, a driver of the epithelial-mesenchymal transition, is overexpressed in human lung tumors: an opportunity for novel interventions against lung cancer.
Roselli M, Fernando RI, Guadagni F, Spila A, Alessandroni J, Palmirotta R, Costarelli L, Litzinger M, Hamilton D,
Huang B, Tucker J, Tsang KY, Schlom J, Palena C.
Clin Cancer Res. 2012 Jul 15;18(14):3868-79.

Impact of preanalytical handling and timing for peripheral blood mononuclear cells isolation and RNA studies: the experience of the Interinstitutional Multidisciplinary BioBank (BioBIM).
Palmirotta R, De Marchis ML, Ludovici G, Leone B, Savonarola A, Ialongo C, Spila A, De Angelis F, Ferroni P, Della-Morte D, Guadagni F.
Int J Biol Markers. 2012 Jul 19;27(2):e90-8.

Pharmacogenetics and pharmacogenomics: role of mutational analysis in anti-cancer targeted therapy.
Savonarola A, Palmirotta R, Guadagni F, Silvestris F.
Pharmacogenomics J. 2012 Aug;12(4):277-86.

Impact of statins on the coagulation status of type 2 diabetes patients evaluated by a novel thrombin-generation
assay.
Ferroni P, Della-Morte D, Pileggi A, Valente MG, Martini F, La Farina F, Palmirotta R, Meneghini LF, Rundek T, Ricordi C, Guadagni F.
Cardiovasc Drugs Ther. 2012 Aug;26(4):301-9.

Thrombolysis in cervical artery dissection–data from the Cervical Artery Dissection and Ischaemic Stroke Patients (CADISP) database.
Engelter ST, Dallongeville J, Kloss M, Metso TM, Leys D, Brandt T, Samson Y, Caso V, Pezzini A, Sessa M, Beretta S, Debette S, Grond-Ginsbach C, Metso AJ, Thijs V, Lamy C, Medeiros E, Martin JJ, Bersano A, Tatlisumak T, Touzé E, Lyrer PA; Cervical Artery Dissection and Ischaemic Stroke Patients-Study Group(R. Palmirotta member).
Eur J Neurol. 2012 Sep;19(9):1199-206.

Pharmacodynamic effect of switching therapy in patients with high on-treatment platelet reactivity and genotype
variation with high clopidogrel Dose versus prasugrel: the RESET GENE trial.
Sardella G, Calcagno S, Mancone M, Palmirotta R, Lucisano L, Canali E, Stio RE, Pennacchi M, Di Roma A, Benedetti G, Guadagni F, Biondi-Zoccai G, Fedele F.
Circ Cardiovasc Interv. 2012 Oct;5(5):698-704.

SPRECware: software tools for Standard PREanalytical Code (SPREC) labeling – effective exchange and search of stored biospecimens.
Nanni U, Betsou F, Riondino S, Rossetti L, Spila A, Valente MG, Della-Morte D, Palmirotta R, Roselli M, Ferroni P, Guadagni F.
Int J Biol Markers. 2012 Oct 8;27(3):e272-9.

Genetics and genomics of ischemic tolerance: focus on cardiac and cerebral ischemic preconditioning.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Ferroni P, Testa G, Cacciatore F, Abete P, Rengo F, Perez-Pinzon MA, Sacco RL, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2012 Nov;13(15):1741-57.

Association between increased tumor necrosis factor alpha levels and acquired activated protein C resistance in patients with metastatic colorectal cancer.
Ferroni P, Riondino S, Portarena I, Formica V, La Farina F, Martini F, Massimiani G, Palmirotta R, Guadagni F, Roselli M.
Int J Colorectal Dis. 2012 Dec;27(12):1561-7.

Effect of GRK4 genetic variants on blood pressure response to atenolol and cardiovascular outcomes.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Ferroni P, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2013 Jan;14(1):13-4. doi: 10.2217/pgs.12.184.

MDR1 and LPL genetic variants are associated with unfavorable outcome in stroke patients under atorvastatin treatment.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Ferroni P, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2013 Jan;14(1):14-5.

Polymorphisms on IL1B and VWF genes are associated with response to fibrinolysis in Hispanics with ischemic
stroke.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Ferroni P, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2013 Jan;14(1):15-6.

D allele of ACE gene insertion/deletion polymorphism: a marker for risk of ischemic stroke.
Della-Morte D, Guadagni F, Palmirotta R, Ferroni P, Rundek T.
Pharmacogenomics. 2013 Jan;14(1):16

Prion Protein Gene M129V Polymorphism and Variability in Age at Migraine Onset.
Palmirotta R, Ludovici G, Egeo G, Ialongo C, Aurilia C, Fofi L, De Marchis ML, Della-Morte D, Barbanti P, Guadagni F.
Headache. 2013 Mar;53(3):540-5. doi: 10.1111/head.12043.

Mutational Analysis of Gastrointestinal Stromal Tumors (GISTs): Procedural Approach for Diagnostic Purposes
Raffaele Palmirotta, Maria Laura De Marchis, Giorgia Ludovici, Barbara Leone, Renato Covello, Salvatore Conti, Leopoldo Costarelli, David Della-Morte, Patrizia Ferroni, Mario Roselli and Fiorella Guadagni
Cancer Genomics Proteomics. 2013 May-Jun;10(3):115-23.

Establishment of a biorepository for migraine research: the experience of Interinstitutional Multidisciplinary BioBank (BioBIM).
Palmirotta R, Barbanti P, Ludovici G, Egeo G, Aurilia C, Fofi L, De Marchis ML, Spila A, Ferroni P, Della-Morte D, Guadagni F.
Neurol Sci. 2013 Sep;34(9):1659-63.

Impact of chemotherapy on activated protein C-dependent thrombin generation-Association with VTE occurrence.
Roselli M, Ferroni P, Riondino S, Mariotti S, Laudisi A, Vergati M, Cavaliere F, Palmirotta R, Guadagni F.
Int J Cancer. 2013 Sep 1;133(5):1253-8.

An importance of identification of double variant methylenetetrahydrofolate reductase gene C677T and A1298C in cis configuration for pharmacogenetic studies
Raffaele Palmirotta, Barbara Leone, Maria Laura De Marchis, Giorgia Ludovici, Annalisa Savonarola, Patrizia Ferroni, Tatjana Rundek, Mario Roselli, David Della-Morte, Fiorella Guadagni
Blood Coagul Fibrinolysis. 2013 Oct;24(7):784-786.

TNF-Alpha Gene Promoter Polymorphisms And Risk Of Venous Thromboembolism In Gastrointestinal Cancer Patients Undergoing Chemotherapy.
M. Roselli, P. Ferroni, C. Rolfo, M. Peeters, R. Palmirotta, V. Formica, G. Ludovici, A. Laudisi, M.L. De Marchis, F. La Farina,5A. Russo and F. Guadagni
Ann Oncol. 2013 Oct;24(10):2571-5.

Role of genetic polymorphisms of ion channels in the pathophysiology of coronary microvascular dysfunction and ischemic heart disease.
Fedele F, Mancone M, Chilian WM, Severino P, Canali E, Logan S, De Marchis ML, Volterrani M, Palmirotta R, Guadagni F.
Basic Res Cardiol. 2013 Nov;108(6):387.

A reliable and reproducible technique for DNA fingerprinting in biorepositories: a pilot study from BioBIM.
Palmirotta R, De Marchis ML, Ludovici G, Ialongo C, Leone B, Lopez N, Valente MG, Spila A, Ferroni P, Della-
Morte D, Guadagni F.
Int J Biol Markers. 2013 Dec 17;28(4):e398-404.

Age-related reduction of cerebral ischemic preconditioning: myth or reality?
Della-Morte D, Caciatore F, Salsano D, Pirozzi G, Del Genio MT, D’Antonio I, Gaetano G, Palmirotta R, Guadagni F, Rundek T, Abete P
Clin Interv Aging. 2013;8:1055-61.

Peripheral CD45RO, PD1, and TLR4 expression in metastatic colorectal cancer patients treated with bevacizumab, fluorouracil, and irinotecan (FOLFIRI-B)
Vincenzo Formica, Vittore Cereda, Maria-Giovana di Bari, Italia Grenga, Manfredi Tesauro, Palmirotta Raffaele, Patrizia Ferroni, Fiorella Guadagni, Mario Roselli
Med Oncol. 2013 Dec;30(4):743.

Diagnostic procedures for paraffin embedded tissues analysis in Pharmacogenomic studies.
Raffaele Palmirotta, Maria Laura De Marchis, Giorgia Ludovici, Patrizia Ferroni, Pasquale Abete, Fiorella Guadagni, David Della-Morte
Springer Protocols – Methods Mol Biol. 2014;1175:45-65.

Association Between Migraine and Angiotensin I-Converting Enzyme Gene (I/D) Polymorphism: The BioBIM Study
Raffaele Palmirotta, Piero Barbanti, Giorgia Ludovici, Maria Laura De Marchis, Cristiano Ialongo, Gabriella Egeo,
Cinzia Aurilia, Luisa Fofi, Pasquale Abete, Antonella Spila, Patrizia Ferroni, David Della-Morte and Fiorella Guadagni
Pharmacogenomics. 2014 Feb;15(2):147-55. doi:

Cellular Repair and Reversal of Aging: the Role of NAD
Capuani B., Pacifici F., Pastore D., Guadagni F., Donadel G., Palmirotta R., Sbraccia P., Lauro D., Della-Morte D.
CellR4 2014; 2 (2): e852

Plasma plasminogen activator inhibitor-1 (PAI-1) levels in breast cancer – relationship with clinical outcome.
Ferroni P, Roselli M, Portarena I, Formica V, Riondino S, LA Farina F, Costarelli L, Melino A, Massimiani G, Cavaliere F, Palmirotta R, Guadagni F.
Anticancer Res. 2014 Mar;34(3):1153-61.

Obesity and colorectal cancer: Role of adipokines in tumor
initiation and progression
Silvia Riondino, Mario Roselli, Raffaele Palmirotta, David Della-Morte, Patrizia Ferroni, Fiorella Guadagni
World J Gastroenterol 2014 May 14; 20(18): 5177-5190

Familial occurrence and heritable connective tissue disorders in cervical artery dissection.
Debette S, Goeggel Simonetti B, Schilling S, Martin JJ, Kloss M, Sarikaya H, Hausser I, Engelter S, Metso TM, Pezzini A, Thijs V, Touzé E, Paolucci S, Costa P, Sessa M, Samson Y, Béjot Y, Altintas A, Metso AJ, Hervé D, Lichy C, Jung S, Fischer U, Lamy C, Grau A, Chabriat H, Caso V, Lyrer PA, Stapf C, Tatlisumak T, Brandt T, Tournier-Lasserve E, Germain DP, Frank M, Baumgartner RW, Grond-Ginsbach C, Bousser MG, Leys D, Dallongeville J, Bersano A, Arnold M; CADISP-plus consortium (R. Palmirotta member).
Neurology. 2014 Nov 25;83(22):2023-31.

Pharmacogenomics and Pharmacogenetics of Thiazolidinediones: Role in Diabetes and Cardiovascular Risk Factors.
Della-Morte D, Palmirotta R, Dave KR, Pastore D, Capuani B, Pacifici F, De Marchis ML, Rehni AK, Bellia A, Fogliame G, Ferroni P, Donadel G, Cacciatore F, Abete P, Dong C, Pileggi A, Roselli M, Ricordi C, Sbraccia P, Guadagni F, Rundek T, Lauro D.
Pharmacogenomics. 2014 Dec;15(16):2063-82.

Impact of VEGF gene polymorphisms in elderly cancer patients: clinical outcome and toxicity.
Della-Morte D., Riondino S., Ferroni P., Palmirotta R., Pastore D., Lauro D., Guadagni F., Roselli M
Pharmacogenomics. 2015 Jan;16(1):61-78.

Type 2 Diabetes and Breast Cancer: The Interplay between Impaired Glucose Metabolism and Oxidant Stress
Patrizia Ferroni, Silvia Riondino, Oreste Claudio Buonomo, Raffaele Palmirotta, Fiorella Guadagni and Mario Roselli
Oxid Med Cell Longev. 2015;2015:183928.

Role of Serum and Glucocorticoid-Inducible Kinase (SGK)-1 in Senescence: A Novel Molecular Target Against Age-Related Diseases.
Lauro D, Pastore D, Capuani B, Pacifici F, Palmirotta R, Abete P, Roselli M, Bellia A, Federici M, Di Daniele N, Sbraccia P, Guadagni F, Lauro R, Della-Morte D.
Curr Med Chem. 2015;22(33):3765-88

Is SOD2 Val16Ala Polymorphism associated with Migraine with Aura?
Raffaele Palmirotta, Piero Barbanti, Maria Laura De Marchis, Giorgia Ludovici, Gabriella Egeo, Cinzia Aurilia, Luisa Fofi, Maria Giovanna Valente, Cristiano Ialongo, Patrizia Ferroni, David Della-Morte and Fiorella Guadagni
Antioxid Redox Signal. 2015 Jan 20;22(3):275-9.

Progesterone Receptor Gene PROGINS Polymorphism correlates with Late Onset of Migraine
Raffaele Palmirotta, Piero Barbanti, Cristiano Ialongo, Maria Laura De Marchis, Giorgia Ludovici, Gabriella Egeo, Cinzia Aurilia, Luisa Fofi, Maria Giovanna Valente, Patrizia Ferroni, David Della-Morte and Fiorella Guadagni
DNA Cell Biol. 2015 Mar;34(3):208-12.

Comparison of therapy with Ticagrelor, Prasugrel or High Clopidogrel Dose in PCI patients with High on Treatment Platelet Reactivity and Genotype Variation. TRIPLETE RESET Trial
Gennaro Sardella, Simone Calcagno, Massimo Mancone, Luigi Lucisano, Mauro Pennacchi, Rocco Edoardo Stio, Filippo Placentino, Angelo Di Roma, Erika Cavallo, Raffaele Palmirotta, Fiorella Guadagni, Francesco Fedele
Int J Cardiol. 2015 May 15;194:60-62.

VEGF gene promoter polymorphisms and risk of VTE in chemotherapy-treated cancer patients.
Ferroni P, Palmirotta R, Riondino S, De Marchis ML, Nardecchia A, Formica V, Guadagni F, Roselli M.
Thromb Haemost. 2015 Sep 3;115(1).

Ensuring Sample Quality for Biomarker Discovery Studies – Use of ICT Tools to Trace Biosample Life-cycle.
Riondino S, Ferroni P, Spila A, Alessandroni J, D’Alessandro R, Formica V, Della-Morte D, Palmirotta R, Nanni U, Roselli M, Guadagni F.
Cancer Genomics Proteomics. 2015 11-12;12(6):291-299

Look beyond Catechol-O-Methyltransferase genotype for cathecolamines derangement in migraine: the BioBIM rs4818 and rs4680 polymorphisms study.
Maria Laura De Marchis, Piero Barbanti, Raffaele Palmirotta, Gabriella Egeo, Cinzia Aurilia, Luisa Fofi, Serena Piroso, Cristiano Ialongo, David Della-Morte, Giovanni D’Andrea, Patrizia Ferroni and Fiorella Guadagni
The Journal of Headache and Pain. 2015 Dec;16(1):520

DNA fingerprinting for sample authentication in biobanking: recent perspectives
Raffaele Palmirotta, Maria Laura De Marchis, Cristiano Ialongo, Costanza Majorani, Jhessica Alessandroni, Antonella Spila, Maria Giovanna Valente, David Della-Morte, Patrizia Ferroni, Fiorella Guadagni ·
Journal of Biorepository Science for Applied Medicine 2015:3 35–45

Sample PREanalytical Code for labeling of biospecimens: an analysis of specimen labeling protocols
Silvia Riondino, Umberto Nanni, Fay Betsou · Luisa Rossetti, Corrado Campisi, Riccardo Fiorentino,· Raffaele Palmirotta, Patrizia Ferroni, Mario Roselli, Fiorella Guadagni
Journal of Biorepository Science for Applied Medicine 2015:3 15–21

Rizzo FM, Palmirotta R, Marzullo A, Resta N, Cives M, Tucci M, Silvestris F. Parallelism of DOG1 expression with recurrence risk in gastrointestinal stromal tumors bearing KIT or PDGFRA mutations.
BMC Cancer. 2016 Feb 11;16:87.

Raffaele Palmirotta, Mauro Cives, David Della Della-Morte, Barbara Capuani, Davide Lauro, Fiorella Guadagni and Franco Silvestris.Sirtuins and cancer: role in the epitelial mesenchimal transition”
Oxidative Medicine and Cellular Longevity 2016 (in press)

Prof. Cafforio

icone-medico

Dott. Paola Cafforio

  • Biologo

1983: Diploma di maturità classica presso il Liceo Classico “Socrate” di Bari, con la votazione di 53/60.
1991: Laurea in Scienze Biologiche presso l’Università di Bari con la votazione di 105/110 discutendo la tesi sperimentale in Virologia dal titolo “Valutazione comparativa del chlamydiazyme e del metodo colturale per la diagnosi delle infezioni genitali da Chlamydia Trachomatis”.
1992: Conseguimento mediante esame di stato dell’abilitazione all’esercizio della professione di Biologo.
1995: Specializzazione in Biochimica e Chimica Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari con la votazione di 50/50 discutendo la tesi sperimentale dal titolo “Ruolo funzionale della sottopopolazione T linfocitaria CD8+/CD57+ in pazienti con mieloma multiplo”.
2003: Master per “Project leader di progetti di ricerca e sviluppo (PROLEAD)” dell’Università degli Studi di Bari nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) per le Regioni Obiettivo 1 “Ricerca Scientifica, Sviluppo tecnologico, Alta Formazione” 2000-2006.
2004: Corso di “Management di progetti complessi” dedicato ai fabbisogni formativi del personale universitario nell’ambito del Progetto Mentore (PON 2000-2006).
Inoltre, nell’ambito del curriculum formativo, ha partecipato a numerosi congressi nazionali ed internazionali, nonché a corsi di formazione ed aggiornamento specifici di cui si allega elenco (All. n. 1).
1988-1991: Allieva interna presso l’Istituto di Microbiologia Medica dell’Università di Bari.
1991-1992: Tirocinio presso l’Istituto di Microbiologia Medica per sostenere l’esame di abilitazione alla professione.
1992-1995: Specializzanda presso il Laboratorio di Immunologia Clinica e Sperimentale del Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana (DIMO), Sez. di Medicina Interna dell’Università di Bari.
1993-1994: Periodo di studio presso il Laboratorio di Biologia Cellulare (Prof. Fabio Malavasi) del Dipartimento di Biochimica, Genetica e Chimica Medica dell’Università di Torino. Durante tale periodo ha acquisito notevole esperienza nelle metodiche di biologia cellulare, di citofluorimetria e produzione di anticorpi monoclonali.
1994-1997: Borsa di studio triennale dell’Associazione Italiana per la ricerca sul Cancro con un progetto di ricerca dal titolo: ‘Caratterizzazione funzionale di popolazioni linfocitarie che esprimono l’antigene di membrana CD57’.
1997-1999: Borsa di studio biennale dell’Istituto Superiore di Sanità (Progetto Nazionale per la Lotta all’AIDS) con un progetto di ricerca su “Analisi quantitativa dell’interazione autocrina Fas/Fas-L quale meccanismo patogenetico dell’aumentata apoptosi linfocitaria nell’infezione da HIV-1”.
1999: Assunzione da parte dell’Università degli Studi di Bari in data 1 settembre come vincitrice di concorso per Operatore Tecnico (ex V livello) presso il DIMO, Sez. Medicina Interna.
2000: Attribuzione da parte del Consiglio di Dipartimento del DIMO di incarico di Responsabile delle Tecniche citofluorimetriche con la gestione di apparecchiature complesse.
2000: Avanzamento in ruolo come Assistente Tecnico (ex VI livello) presso la medesima struttura in data 16 giugno.
2002: Avanzamento in ruolo (qualifica D1 – biologo) dopo la partecipazione al corso-concorso per la progressione verticale indetto dall’Università di Bari (1 gennaio 2002) come da comunicazioni rettorali prot. nn. 15452/VII/5 del 12/02/2004 e 130407 VII/6 del 9/12/2004).
2004: Assegnazione di Responsabilità del Servizio di Laboratorio da parte del Consiglio di Dipartimento del DIMO, previsto nell’articolazione dei servizi del Dipartimento.
2006: Progressione orizzontale con conseguimento della qualifica D2.
2010: Conseguimento della qualifica D3 dopo partecipazione al corso e relativo esame per la progressione orizzontale.
Responsabile del Servizio di Laboratorio, presso l’Unità Operativa di Medicina Interna “M. Bufano”, previsto nell’articolazione dei servizi del DIMO dell’Università degli Studi di Bari, con qualifica di dirigente biologo. Coordina inoltre la gestione e l’utilizzo di apparecchiature complesse quali citofluorimetro a flusso munito di sistema fluidico e ottico collegato a postazione di lavoro computerizzata, microscopio a fluorescenza munito di fotocamera digitale e sistema di analisi di immagine ed apparecchiatura di Real Time PCR per analisi genomiche e molecolari corredata di postazione computerizzata e software di analisi.
1988-1992: Approfondimenti teorico-pratici in microbiologia medica con l’apprendimento di metodiche colturali batteriche da materiale biologico umano nonché dell’uso di kit diagnostici per la ricerca di anticorpi specifici con tecniche ELISA, di immunofluorescenza indiretta, di immunoprecipitazione ed emoagglutinazione.
1992-2016: Presso il DIMO, ha acquisito conoscenze in campo immunologico, sviluppando metodiche di purificazione di marcatori di membrana leucocitaria ed ibridizzazione somatica per la produzione di anticorpi monoclonali e la caratterizzazione strutturale e funzionale di antigeni di membrana. Ha messo a punto metodiche citofluorimetriche, di biologia cellulare e molecolare per lo studio dell’apoptosi e del ciclo cellulare in neoplasie ematologiche e nelle malattie autoimmuni.
Nell’ambito assistenziale si occupa di test diagnostici prevalentemente di natura immunologica volti all’individuazione delle sottopopolazioni linfocitarie e della loro funzionalità in pazienti con malattie di natura immunitaria o con neoplasie ematologiche. Pertanto esegue e referta esami di fenotipizzazione linfocitaria su prelievi ematici, lavaggi broncoalveolari e agoaspirati midollari, ed effettua la quantificazione delle cellule staminali CD34+ nei prodotti di aferesi in corso di trapianti autologhi. Si occupa inoltre della ricerca sierologica di autoanticorpi mediante metodiche immunoenzimatiche e di immunofluorescenza. A tal riguardo ha partecipato a trials esterni nazionali ed internazionali per il controllo della qualità (Italian CD4 Quality Control Study, and UK NEQAS for Leukocyte Immunophenotyping).
Ha rivolto, inoltre, i suoi interessi allo studio dei meccanismi patogenetici che regolano il grado di malignità e la progressione del mieloma multiplo, analizzando i fenomeni di anemizzazione e metastatizzazione scheletrica. Ha messo a punto tecniche in vitro di co-colture cellulari al fine di evidenziare alterazioni funzionali e/o geniche indotte dalle cellule tumorali ed ha ottimizzato metodiche di estrazione e coltura di osteoblasti primari da biopsie ossee per effettuare analisi funzionali e molecolari di dette cellule mediante metodiche di microarray e Real Time PCR. Tali studi le hanno permesso di definire la disregolazione dei fenomeni apoptotici indotti dalle cellule tumorali, nonché modificazioni di espressione genica a carico di proteine coinvolte nei fenomeni di differenziamento. Infine, nell’ambito di un progetto di ricerca volto all’utilizzo di cellule staminali adulte nella terapia rigenerativa delle lesioni osteolitiche, ha messo a punto metodiche di purificazione, coltura e caratterizzazione fenotipica e funzionale di cellule staminali mesenchimali da cordone ombelicale. La dott.ssa ha inoltre ottimizzato metodiche di isolamento di cellule tumorali circolanti da sangue periferico in pazienti oncologici per successivi studi di genomica.
Dal 1994 partecipa attivamente all’attuazione scientifico-sperimentale di numerosi progetti di ricerca nazionali ed internazionali finanziati dalla Comunità Europea, dal Ministero dell’Università e Ricerca, dal Ministero della Salute e da enti privati.
Ha partecipato a corsi di formazione ed aggiornamento specifici per l’attività da lei svolta.
E’ socia della Società Italiana di Immunologia ed Immunologia Clinica e della Società Italiana di Citofluorimetria.
L’attività di ricerca della Dott.ssa è documentata dai lavori pubblicati su riviste nazionali e internazionali nonché da contributi a congressi in cui risulta essere autrice.
1990-1992: Attività tutoriale presso la Scuola Diretta a Fini Speciali per “Tecnici di Laboratorio Biomedico” dell’Università degli Studi di Bari.
1993: Lezioni teorico-pratiche nel Corso “Immunodeficienze ed autoimmunità” presso il DIMO nell’ambito del FORUM per la Formazione Biomedica.
2001: Docenza nel Corso Residenziale “Apoptosi, malattie neoplastiche ed autoimmuni” della Scuola Superiore di Oncologia e Scienze Biomediche (Genova, 10-11 Maggio).
2003-2004 Conferimento di incarico di tutor da parte del Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Bari, per l’organizzazione didattica e la realizzazione del “Master per Specialista in biotecnologie applicabili alle malattie oncologiche (DIMOTECH)” nell’ambito dei progetti “PON per le Regioni Obiettivo 1” svoltosi presso il DIMO.
2009-2010 Conferimento di incarichi di coordinatore esecutivo, tutor e docente del corso di formazione previsto nel Progetto Strategico Regionale n. PS_143 “Le Biotecnologie applicabili alla Targeted Therapy in Oncologia” (BIOTECNOTER), nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro in materia di “Ricerca Scientifica” nella Regione Puglia.
2010-2016 Attività di tutoraggio presso la Scuola di Specializzazione in Biochimica e Chimica Clinica dell’Università degli Studi di Bari.